Andrea Mascetti all’evento “Italia Direzione Nord”: il ruolo di Milano per lo sviluppo del Nord Italia

20 Dic

"Milano vive un momento straordinario ma a scapito di tutto il resto della Lombardia, tutto quello che c’è attorno viene a perdersi. Va recuperato e noi rappresentiamo Milano ma anche tutte le province lombarde che per noi sono un punto fondamentale": così si è espresso Andrea Mascetti, alla guida della Commissione Arte e Cultura di Fondazione Cariplo. L’avvocato è intervenuto durante la due giorni di "Italia Direzione Nord": l’evento, giunto alla sua terza edizione, si è svolto il 2 e il 3 dicembre a Palazzo Stelline e ha visto protagonisti istituzioni, rappresentanti politici e stakeholder che si sono confrontati attraverso numerosi speech e incontri. Al centro della discussione vi era Milano, il suo ruolo e i rapporti con il resto d’Italia e con l’Europa.

Tra i temi principali dell’evento c’è stata la questione di un possibile sviluppo al femminile per il Paese. Si è parlato poi di Sistema Comune, con focus su Milano, e di Sistema Regione, con un focus su Lazio e Lombardia a confronto. Non sono mancate le riflessioni in merito a politiche sociali, tecnologia, ricerca scientifica e Quarta Rivoluzione Industriale.
Andrea Mascetti ha preso parte in particolare al panel intitolato "Seminari nei territori", incentrato sul ruolo di Milano. Il capoluogo lombardo prende più di quanto restituisca o è il vero propulsore per la crescita del Paese? Come far sì che lo sviluppo della città avvenga secondo regole sostenibili e non crei diseguaglianze?

La territorialità si deve esprimere attraverso la valorizzazione del territorio, è dunque fondamentale essere inclusivi, lavorare sul fare rete. Le Olimpiadi Invernali 2026 rappresentano un esempio di successo per questo modus operandi, che ha visto la collaborazione vincente tra Regione e altre istituzioni. Le istituzioni , come Fondazione Cariplo, rappresentano un importante collegamento e fonte di dialogo tra agricoltori, imprenditori e istituzioni.
Andrea Mascetti ha posto l’accento sui territori che devono avere la possibilità di crescere nonostante Milano sia, di fatto, catalizzatrice delle attività in Lombardia. "Come Fondazione Cariplo", ha specificato, "siamo ancora divisi in province. La politica cerca di eliminarle, a mio modesto avviso compiendo un errore, ma per noi rimangono un punto di riferimento".

Per maggiori informazioni:
http://www.affaritaliani.it/milano/italia-direzione-nord-tutti-gli-incontri-della-due-giorni-milanese-foto-640864.html?refresh_ce

Andrea Mascetti al convegno sull’Oltrepò Pavese, tra storia e turismo

20 Nov

"Percorrendo l’Oltrepò Pavese. Lancio e rilancio delle vie storiche": è questo il titolo del convegno che si è tenuto sabato 9 novembre a partire dalle ore 15 presso la Biblioteca Civica di Stradella (PV). All’incontro ha partecipato anche Andrea Mascetti, avvocato varesino che da giugno di quest’anno è coordinatore della Commissione Arte e Cultura di Fondazione Cariplo. Il convegno, che si è svolto sotto il patrocinio del Comune di Stradella, ha avuto come obiettivo principale l’approfondire le tematiche storiche, con risvolti turistici, che potrebbero coinvolgere l’intero territorio dell’Oltrepò Pavese nei prossimi mesi.

L’argomento è stato discusso da un punto di vista sia storico che culturale. L’evento si è aperto con i saluti dell’Amministrazione comunale, ai quali ha fatto seguito un’introduzione che ha dato inizio alla discussione, vero fulcro del convegno. In seguito agli interventi dei presenti, Andrea Mascetti si è occupato delle conclusioni e di tirare le fila di quanto affermato dai vari relatori. Nel suo ruolo di Coordinatore dell’area Arte e Cultura della Fondazione Cariplo, l’avvocato è solito occuparsi di progetti in ambito culturale e letterario, nonché legati al contesto territoriale che coinvolge la Lombardia e le province di Novara e del VCO (Verbano-Cusio-Ossola).

Andrea Mascetti presenta il libro di Matteo Colaone al Circolo “Ra Cà dur Barlich” di Varese

9 Ott

Lo scorso venerdì 4 ottobre ha avuto luogo, a partire dalle ore 21, presso il Circolo “Ra Cà dur Barlich” di Varese, la presentazione del libro di Matteo Colaone Ecologia, identità e federalismo. Criticità ambientali e pianificazione del territorio nella visione di Gilberto Oneto. L’opera, pubblicata da Leonardo Facco Editore e data alle stampe a fine settembre, è stata introdotta da Paola Brambilla, presidente WWF Lombardia, e da Andrea Mascetti. È intervenuto anche l’autore del libro. Il volume è incentrato sull’analisi delle criticità di tipo ambientale della regione Lombardia e sulla ricerca di quelle che ne sono le cause e le relative possibili soluzioni, anche a livello politico. Il lavoro, suggerito e promosso grazie all’intervento dell’Associazione Gilberto Oneto, si inserisce nel continuum di un progetto ideato in prima persona da Oneto e si perfeziona con l’aggiunta di alcune appendici tematiche. Caratteristica del suo operato è il tentativo di azzerare la separazione artificiosa tra una comunità umana e il proprio habitat. Attraverso la lettura di questo libro, introdotto da Andrea Mascetti nel corso della serata di presentazione presso l’associazione culturale varesina, si comprende inoltre come Oneto avesse da tempo messo a punto metodologie per decifrare le inclinazioni di un determinato ambiente, facendole incontrare con i bisogni oggettivi dei suoi abitanti, anche in funzione del recupero e del ripensamento degli spazi abitati.

presentazione-libro-ecologia-identita-federalismo.jpg